Auguri dalla biblioteca

Il miglior modo per farlo è attraverso le parole di una poesia, il cui autore – Edmond Rostand – è noto per l’opera teatrale Cyrano de Bergerac. Qui viene evocata l’affascinante vicenda della stella e dei magi, letta in maniera assolutamente originale (il testo è tratto dalla recente, splendida raccolta Il natale dei magi, edita da Einaudi).

Queste le nostre chiusure: sabato 24 e sabato 31 dicembre, lunedì 2 e sabato 7 gennaio. Buone feste e buone letture a tutte e a tutti dai vostri bibliotecari!

***

Una sera, persero la stella, come mai?
Per averla troppo guardata.
I due re bianchi erano sapienti di Caldea,
tracciavano a terra cerchi con il bastone.

Facevano calcoli, si grattavano il mento.
Ma la stella era fuggita, come fugge un’idea.
E quegli uomini la cui anima aveva sete di guida,
piansero, mentre alzavano tende di cotone.

Ma il povero re nero, disprezzato dagli altri due,
si disse: «pensiamo anche a una sete che non sia la nostra:
bisogna dare da bere agli animali».

E mentre teneva in mano il secchio,
nell’umile spicchio di cielo in cui bevevano i cammelli,
vide la stella d’oro, che danzava in silenzio

(Edmond Rostand, La stella)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: